Il Mio Account

Le competenze chiave europee: 8 abilità per la tua carriera

Quante sono le abilità che ogni bravo cittadino dovrebbe proprio possedere? Secondo l’UE ti bastano 8 competenze chiave europee per costruire una carriera davvero vincente!

Dario Cremonesi
Dario Cremonesi
Esperto di Carriere
Le competenze chiave europee: 8 abilità per la tua carriera

Quello che sai fare oggi sarà utile anche domani?

 

Domanda semplice, risposta decisamente complessa: in un’epoca in cui puoi spedire una mail dall’Australia al Brasile in un battito di ciglia, la velocità è una componente fondamentale per la tua crescita personale e professionale.

 

Non rimanere indietro!

 

Per iniziare la tua scalata al successo, dovrai farti trovare al posto giusto, al momento giusto, ma soprattutto possedere le competenze giuste.

 

In questa guida troverai:

 

  • La definizione di competenze chiave europee.
  • Su quali competenze chiave puntare per la tua carriera lavorativa.
  • La lista delle competenze chiave europee su cui far leva nel tuo curriculum.

 

Le competenze chiave del curriculum devono essere presenti in ogni tipo di candidatura, come ad esempio:

Ecco un esempio da Assistente di volo che ti aiuterà ad inserire le competenze chiave europee nel iculum al meglio. 

 

Esempio di competenze chiave europee nel iculum

 

Marina Ricci

Assistente di volo

Via Barni 21, 13100, Vercelli (VC)

marina.ricci@mail.it

+39 111 22 11 222

 

Esperta assistente di volo con oltre 4 anni al lavoro per una importante compagnia internazionale, sono estremamente orientata alla sicurezza e alla soddisfazione del cliente. Dall’inizio della mia carriera ho volato per oltre 350.000 chilometri, assistendo oltre 20.000 clienti in voli intercontinentali e a lungo raggio. Sono desiderosa di crescere professionalmente e offrire un servizio di alto livello ai clienti di Emirates.

 

Esperienza lavorativa

 

Assistente di volo

Turkish Airline

Marzo 2019-oggi

  • Accoglienza e assistenza ai clienti per tutta la durata della trasvolata in inglese, francese e turco.
  • Comunicazione di tutte le misure di sicurezza necessarie durante il volo e assistenza a oltre 250 passeggeri, con particolare attenzione alle norme COVID-19.
  • Assistenza ai clienti di prima e seconda classe, con +150 recensioni positive dalle survey di bordo e sul sito ufficiale della compagnia.
  • Collaborazione con i membri della crew in situazioni di emergenza e turbolenze, mantenendo la calma ed evitando il panico ai clienti.
  • Aumento delle vendite a bordo del 18% di cibi e bevande.

 

Assistente di volo

Alitalia

Gennaio 2018-Febbraio 2019

  • Verifiche di routine degli equipaggiamenti d’emergenza per la sicurezza della crew e di tutti i clienti.
  • Azioni di primo soccorso in oltre 250 casi per passeggeri colti da panico, malessere o feriti durante il volo.
  • Gestione del catering per la prima classe in oltre 450 voli, con servizio sempre efficiente e puntuale.
  • Assistenza diretta a oltre 100 clienti con ridotta mobilità e disposizione dei bagagli in cabina.
  • Gestione delle controversie tra clienti, riducendo il livello dei complaint del 28%.

 

Educazione

 

Laurea triennale in Scienze Turistiche

Università di Vercelli

2014-2018

Valutazione finale: 110/110

 

Diploma di Liceo Linguistico

Liceo Linguistico Martelloni, Vercelli

2009-2014

Valutazione finale: 98/100.

 

Competenze

 

  • Procedure di emergenza
  • Orientamento al cliente
  • Gestione dello stress
  • Problem solving
  • Tecniche di primo soccorso
  • Attenzione alla sicurezza
  • Comunicazione efficace
  • Pianificazione
  • Crew resource management

  

Certificazioni

 

  • Attestato di Equipaggio di Cabina (100 ore), Roma, 2018.
  • Cabin Crew Attestation (200 ore), Milano, 2019.
  • Corso di primo soccorso (40 ore), Roma, 2017.

 

Lingue

 

  • Inglese C1
  • Francese B2
  • Turco A2

 

1. Cosa sono le competenze chiave europee

 

Secondo la definizione data dall’Unione Europea, le competenze chiavesono un requisito essenziale per la realizzazione personale, uno stile di vita sano e sostenibile, l’occupabilità e l’inclusione sociale di ogni cittadino.

 

Questa definizione arriva in risposta alla necessità di delineare quali competenze professionali per iculum ogni persona necessita in prospettiva futura per una vita dignitosa sia a livello personale che professionale. 

 

Secondo l’UE, le competenze si basano su tre pilastri fondamentali:

 

  • Conoscenze, cioè l’insieme delle nozioni apprese nel corso del tempo.
  • Abilità, intesa come l’essere in grado di fare qualcosa.
  • Attitudini, ovvero il tuo mindset e l’approccio alle idee.

 

Le capacità e le competenze personali non vengono acquisite solamente tra i banchi di scuola o sul posto di lavoro, ma sono in continuo divenire e progrediscono anche nella vita familiare e quotidiana.

 

Queste linee guida sono rivolte a tutti gli Stati membri dell’Unione Europea con l’intenzione di avviare un progetto propulsivo di crescita collettiva per l’apprendimento permanente.

 

 

 

2. Quali sono le competenze chiave europee

 

Il 18 dicembre 2006 l’Unione Europea ha pubblicato per la prima volta sulla Gazzetta Ufficiale una serie di Raccomandazioni riguardo alle competenze chiave per l’apprendimento permanente.

 

Dopo 12 anni, il 18 maggio 2018, questi suggerimenti sono stati aggiornati e rivisitati per adattarsi ai cambiamenti sociali, demografici e digitali della nostra società.

 

Per restare al passo con i tempi e permettere una crescita solida nel Vecchio Continente, il Consiglio Europeo ha individuato 8 competenze chiave, il cardine di una società in rapida evoluzione e in costante sviluppo:

 

 

Queste competenze vogliono essere il pilastro portante di un mercato del lavoro in continuo divenire: secondo il World Economic Forum, il 65% dei bambini di oggi faranno professioni che ancora non esistono.

 

Ed è per questo che è necessario creare una base solida di competenze di base per i lavoratori del domani:

 

Competenza alfabetica funzionale

 

Non si tratta solamente delle basilari capacità di lettura e di scrittura, ma anche dell’abilità di comprendere un testo e di sviluppare un pensiero critico. Secondo recenti ricerche dell’OCSE, un italiano su quattro è “low skilled” e il nostro Paese si posiziona al penultimo posto in Europa per il livello di competenze.

 

Questa abilità si evince anche nella capacità di interagire adeguatamente con gli altri a livello orale essendo in grado di comprendere i contesti culturali e sociali.

 

Competenza multilinguistica

 

Conoscere una seconda lingua, e in particolare l’inglese, è una competenza data quasi per scontata da gran parte delle aziende e nel futuro non ci sarà alcuna versione di tendenza. Riuscire a comprendere testi scritti in una seconda lingua e comunicare efficacemente è necessario per dare una spinta propulsiva alla carriera professionale, sviluppando inoltre maggiore apertura mentale e predisposizione al contatto con culture differenti.

 

Secondo recenti studi parlare più lingue consente l’utilizzo di più aree celebrali, ottenendo una maggiore “flessibilità cognitiva”.

Suggerimento bonus: quando crei un curriculum, inserisci il livello linguistico in accordo con il CEFR, ma evita una tabella troppo ingombrante in stile curriculum europeo.

Competenza matematica, scientifica e tecnologica

 

Questa abilità consiste nel saper applicare logica e modelli matematici nella risoluzione della problematiche quotidiane.

 

E se in campo matematico entrano in scena grafici e formule, per quanto riguarda le competenze scientifiche si tratta più che altro dell’applicazione del metodo scientifico e del metodo sperimentale, che portano a una maggiore comprensione del mondo circostante.

 

Le competenze tecniche riguardano invece l’applicazione pratica di tutte le conoscenze matematiche e scientifiche, anche in ambito finanziario, e l’utilizzo di strumenti e macchinari specifici.

 

Competenza digitale

 

Al giorno d’oggi non si può vivere senza computer e senza competenze digitali nel CV. Ed è per questo che è fondamentale possedere solide conoscenze di ICT (information and communication technologies).

 

Qui non è inteso solo come la conoscenza di specifici software per una determinata carriera professionale, ma anche come l’abilità di reperire le informazioni necessarie sul web e la capacità di valutare la bontà dei dati ottenuti nelle proprie ricerche.

 

Andando più in profondità, queste competenze si possono tradurre in maniera più avanzata in creazione di contenuti digitali, programmazione nei diversi linguaggi macchina e cybersicurezza.

Suggerimento bonus: secondo il MIT, l’intelligenza artificiale avrà sempre maggiore spazio nelle professioni del futuro. Perché non dai un’occhiata alla nostra guida dedicata alle competenze informatiche per valorizzarle al meglio sul tuo CV? 

Competenza personale, sociale e capacità di imparare a imparare 

 

Regina di tutte le soft skills per CV, il corrispettivo inglese di competenze trasversali, questa capacità è sicuramente tra le più richieste dalle aziende di tutto il mondo, che sono sempre più spesso alla ricerca di dipendenti in grado di crescere e costruire la propria carriera piuttosto che personale con più esperienza che fa però fatica ad adattarsi a differenti contesti lavorativi.

 

Questo è confermato dalle ultime ricerche dell’organizzazione no-profit American Succeeds, che ha mostrato come le competenze trasversali siano 3,8 volte più ricercate delle competenze tecniche.

 

A questo ramo appartengono tutte le competenze comunicativele competenze organizzative e gestionali, relazionali, che sono trasferibili da una professione a un’altra.

 

Competenza in materia di cittadinanza

 

Si tratta della partecipazione attiva alla vita politica e sociale e della conoscenza degli avvenimenti del mondo, con particolare interesse per le questioni sociali, politiche, economiche e della sostenibilità.

 

In pratica l’Unione Europea chiede ai suoi cittadini di informarsi sugli avvenimenti quotidiani e di essere in grado di soppesare le notizie, valutare e interpretare gli avvenimenti locali e globali.

 

Basti pensare che secondo un rapporto Censis del 2021, nel periodo del COVID-19 sono oltre 29 milioni, il 57% del totale, gli italiani incappati sul web in almeno una fake news.

 

Ad esempio, ogni cittadino dovrebbe ricordarsi che ogni CV è una autocertificazione e che quindi richiede il trattamento dei dati personali nel CV da inserire in qualsivoglia punto della propria candidatura, si trattasse anche del testo della mail per l'invio del CV.

 

Competenza imprenditoriale

 

Non è che si debba a tutti i costi diventare capitani d’impresa; con imprenditorialità si intende infatti trasformare le idee in azione, essere in grado di progettare il futuro per sé e per altri e gestire le risorse a disposizione.

 

Secondo il dossier Measuring the financial literacy of the adult population: the experience of Banca d’Italia pubblicato da Banca d’Italia nel 2018, solo il 30% degli italiani ha una qualche forma di preparazione in economia domestica, contro il 62% della media dei paesi in area OCSE.

 

In questo sezione rientrano le competenze strategiche, la capacità di prendere decisioni e il problem solving.

 

Competenza in materia di consapevolezza ed espressione culturali

 

Comunicare non significa solo trasmettere un messaggio da un mittente a un destinatario, ma anche comprendere come farlo nella maniera più corretta a seconda del contesto e del patrimonio culturale degli interlocutori.

 

Questa stessa regola vale anche per i CV: se scritto allo stesso modo del tuo CV in inglese, la tua candidatura per una piccola azienda di provincia risulterà ridicola agli occhi di chi la legge, e la tua candidatura sembrerà avere un fac simile di curriculum più che un documento contestuale

 

Questo tipo di competenze è molto vasto, dato che riguarda un certo retaggio storico, artistico, politico, sociale, geografico e culturale e si presta a moltissime declinazioni differenti, ma che può essere riassunto in tutto ciò che è attinente alla sfera creativa e all’espressività.

 

 

Punti chiave

 

Nel maggio del 2018, l’Unione Europea ha indicato una lista delle 8 competenze chiave per la crescita personale e professionale.

 

  • Queste competenze sono un insieme di hard e soft skills e si basano sulla commistione di conoscenze, abilità e attitudini.
  • Destreggiarti tra queste competenze ti consente di costruire una solida e duratura carriera lavorativa, anche per professioni che oggi ancora non esistono.
  • Le aziende sono alla ricerca di persone in possesso di queste competenze: quelle specifiche verranno acquisite sul campo grazie all’esperienza lavorativa.

 

E con questo è tutto! Sono sicuro che ti sarà utile per la ricerca del tuo lavoro. Se hai dubbi o domande, lascia un commento qui sotto!

Valuta il mio articolo!: competenze chiave europee
Grazie per aver votato!
Media: 5 (4 voti)
Dario Cremonesi
Dario Cremonesi
Un ex HR business partner con centinaia di talenti IT in tutta Italia che scrive consigli per curriculum e lettere di presentazione per ResumeLab Italia per condividere consigli e la passione per il recruiting.

Era interessante? Ecco articoli simili