Il Mio Account

Capacità e competenze personali: cosa scrivere nel tuo CV

In un mondo sempre più frenetico e tecnologico, sono ancora le persone a fare la differenza: diventa il candidato ideale valorizzando capacità e competenze personali sul tuo CV.

Dario Cremonesi
Dario Cremonesi
Esperto di Carriere
Capacità e competenze personali: cosa scrivere nel tuo CV

Definizione: Le competenze personali, che fanno parte della famiglia delle soft skills, sono tutte quelle competenze e capacità che afferiscono ai tratti della tua personalità e ti permettono di lavorare più efficacemente a contatto con gli altri. Contrapposte alle competenze tecniche, sono una leva cruciale per risvegliare l’interesse del selezionatore per la tua candidatura.

Isaac Asimov immaginava un futuro dominato da macchine e robot, con persone in grado di comunicare da una parte all’altra del pianeta in tempo reale grazie a piccoli marchingegni elettronici ad alta tecnologia.

 

Fantascienza, eh?

 

Ma nonostante l’ingresso nel terzo millennio, le aziende non possono (e per fortuna!) ancora fare a meno del fattore umano: oggi come non mai, hanno bisogno delle tue capacità e competenze personali!

 

Continua a leggere e vedrai:

 

  • Che cosa sono le capacità e competenze personali.
  • Come inserire capacità e competenze personali nel tuo curriculum
  • Come migliorare le tue capacità e competenze personali.

 

Puoi trovare le competenze personali in quasi tutte le guide per la carriera che abbiamo:

Eccoti un esempio di impiegato al Front Desk da utilizzare come base per il tuo CV

 

Esempio di curriculum con capacità e competenze personali

 

Marcello Daretto

Front desk

Via Mannello 5, 50131, Firenze (FI)

marcello.darello@mail.com

+39 111 44 55 666

 

Affabile responsabile di front desk con oltre 6 anni di esperienza, mi occupo di accoglienza e accettazione dei pazienti per un’azienda multinazionale leader nel settore della diagnostica. Ogni giorno mi relaziono con oltre 150 pazienti e famiglie con empatia e cordialità, mettendomi a disposizione e fornendo assistenza puntuale. Grazie alle mie doti comunicative, pazienza e flessibilità, solo nell’ultimo anno ho ridotto le situazioni di conflitto e i complaint dell’80%. Desidero offrire le mie competenze con il pubblico a MedicHealth S.p.A.

 

Esperienze lavorative

 

Responsabile Front desk

DiagnosticPlus S.p.A., Firenze

Marzo 2018-oggi

  • Responsabile diretto del personale di front desk del centro medico, composto da 8 persone.
  • Contatto diretto con oltre 150 pazienti al giorno con serietà e affidabili, con una riduzione dell’80% dei complaint.
  • Diminuzione dei tempi di attesa dei pazienti di 20 minuti in media, grazie alla riorganizzazione dei turni e all’informatizzazione del sistema di prenotazioni.
  • Aggiornamento di tutti i database dei pazienti e delle prestazioni fornite, con incremento dell’efficienza lavorativa del 60%.
  • Archiviazione e consegna di oltre 3000 referti medici al mese.

 

Receptionist di studio medico

Medicare S.R.L., Firenze

Aprile 2016-Febbraio 2018

  • Gestione dell’agenda dei 15 dottori del centro medico.
  • Ottimizzazione degli appuntamenti, con incremento del 10% del numero dei pazienti e riduzione delle attese di 2 giorni in media.
  • Lavoro amministrativo e di fatturazione, sempre in linea con le tempistiche e le scadenze richieste.
  • Spiegazione semplice e cordiale dei diversi trattamenti del centro a oltre 100 pazienti a settimana, con un incremento dei pazienti Over65 del 15%.

 

Educazione

 

Laurea triennale in Scienze della Comunicazione

Università di Firenze

2013-2016

Valutazione finale: 108/110

 

Diploma di Ragioneria

Istituto tecnico commerciali Fantino, Firenze

2009-2013

Valutazione finale: 95/100

 

Competenze

 

  • Utilizzo del software gestionale MEG
  • Comunicazione efficace
  • Gestione del conflitto
  • Organizzazione del tempo
  • Leadership
  • Capacità decisionale
  • Lavoro di gruppo
  • Persuasione
  • Ascolto attivo
  • Contatto con il paziente

 

Certificazioni

 

  • Corso di Addetto alla segreteria di studio medico (150 ore), Firenze, 2016.
  • Corso di Gestione del Feedback (15 ore), Firenze, 2021.

 

Lingue

 

  • Italiano madrelingue
  • Inglese B2

 

Ecco qui un bel CV straripante di competenze personali per valorizzare la candidatura!

 

1. L’importanza di possedere competenze e capacità personali

 

Non farti ingannare: possedere grandi doti personali non significa essere il buon vicino di scrivania che porta i cannoli alla crema in ufficio il giorno del compleanno.

 

E neppure quello che conosce le barzellette più divertenti.

 

Il punto invece è come reagisci a fattori esterni di varia natura sul posto di lavoro.

 

Sì, perché come sostenuto anche dai ricercatori di Harvard, se è vero che i computer sono in grado di svolgere mansioni complesse in maniera più veloce rispetto a una persona, è altrettanto vero che non sono in grado di affrontare situazioni impreviste o di cambiare atteggiamento al variare delle necessità aziendali.

 

Tutto questo è avvalorato dal modello dell’economista David Deming, che ha inoltre dimostrato come questo tipo di competenze professionali per CV siano in grado di influenzare la performance lavorativa del gruppo.

 

2. Lista delle migliori competenze e capacità personali

 

Dopo aver dato una definizione di capacità personali e spiegato perché sono fondamentali per la carriera lavorativa, ecco allora una lista delle principali competenze ricercate dai datori di lavoro che possono tornarti utili in vista di una candidatura:

 

1. Intelligenza emotiva

 

Intesa come l’abilità di riconoscere e gestire le proprie emozioni e quelle altrui. Andare nel panico se qualcosa va storto o non essere in grado di riconoscere un problema personale in un collaboratore o un collega può influire negativamente sulla performance lavorativa.

 

2. Lavoro di gruppo

 

Direttamente collegato al punto precedente, la capacità di lavorare a stretto contatto con gli altri necessità inoltre di eccellenti doti comunicative e relazionali per comprendere le necessità del team e offrire a ogni singolo la posizione che più gli si addice. Il lavoro di gruppo è ancora più efficace quando organizzato da un leader dotato di intellingenza emotiva e quando si accompagna a delle competenze orgaanizzative e gestionali.

 

3. Accettare le critiche

 

O meglio, le critiche costruttive. E il concetto si può estendere anche al saper criticare gli altri nel modo corretto; dare e ricevere feedback è infatti un elemento chiave per la crescita personale e professionale, ma solo se c’è spazio per un potenziale miglioramento.

 

4. Entusiasmo

 

Orientamento al risultato e determinazione sono elementi imprescindibili per qualsiasi lavoratore. Essere interessato a ciò che fai senza rimanere ancorato alle attività quotidiane ti darà lo stimolo giusto per crescere a livello lavorativo e rafforzare la sicurezza di te. Fondamentale per chi scrive il primo CV.

 

5. Resilienza

 

Tutti commettono degli errori. E tutti hanno preso una porta in faccia almeno una volta nella vita. Ma questo non significa che devi mollare. Evitare le proprie responsabilità e non essere in grado di ammettere i propri errori ti allontana irrimediabilmente dal tuo percorso di crescita professionale.

 

6. Credere in te stesso

 

Essere consapevole di quanto sei in grado di fare scatena una reazione a catena che ti permette di superare ostacoli a prima vista impensabili. Si tratta di un circuito positivo: più sei consapevole del tuo potenziale e più facile sarà ottenere ciò che desideri, oltrepassando ogni difficoltà.

 

7. Creatività

 

Non si tratta di essere il nuovo Picasso o comporre una sinfonia in do minore. A livello aziendale, essere creativi significa semplicemente affrontare situazioni nuove o inaspettate con un certo intuito, ragionando fuori dagli schemi, senza la paura di prendere direzioni mai tentate prima.

 

8. Voglia di imparare

 

Non fermarsi al compitino, ma avere il desiderio di andare a fondo nella materia e approfondire i temi trattati sul posto di lavoro. Se vuoi salire la scala professionale, conoscere le dinamiche interne dell’azienda e il suo posizionamento sul mercato è un requisito essenziale. Inoltre, l'apprendimento continuo è una delle competenze chiave europee.

 

9. Gentilezza

 

Sembra scontato, ma essere gentili con gli altri porta benefici all’ambiente lavorativo. Attenzione però a non scambiare la gentilezza con l’esitazione e l’incapacità di dire di no. Inoltre, evita di assecondare sempre gli altri e non scusarti per ogni tua scelta, dimostrando così di possedere carattere e competenze da sfruttare all’interno dell’ambiente lavorativo.

 

10. Resistenza allo stress

 

Chi non l’ha mai spacciato per vero in un CV fac simile? Salvo poi andare in panico se il computer non si accende (e 9 su 10 era la spina è staccata). Eppure essere davvero in grado di affrontare le situazioni impreviste con flessibilità e sicurezza è fondamentale per la tua crescita professionale.

Suggerimento bonus: secondo le previsioni, entro il 2030 un terzo delle attività oggi in mano a persone fisiche sarà automatizzato. Proprio per questo, gli HR fanno sempre più fatica a trovare dipendenti in possesso delle soft skills necessarie per fronteggiare le richieste delle professioni del futuro.

3. Inserire capacità e competenze personali nel tuo curriculum

 

Lo so cosa stai pensando: le competenze personali vanno inserite nella sezione delle competenze.

 

Sipario.

 

E invece no. O meglio, non solo.

 

Sì, perché l’idea che le competenze trovino spazio nel curriculum solo nella sezione dedicata è figlia di quel curriculum europeo che ha omologato migliaia di candidati senza consentire loro di esprimersi liberamente.

 

Mentre il senso del curriculum è distinguersi dalla massa, dimostrando di essere insostituibile. E nelle prossime righe avrai la dimostrazione che è perfettamente lecito sfoderare le tue competenze in ogni sezione del tuo CV da compilare.

 

Capacità e competenze personali nel profilo del tuo curriculum

 

Il profilo è la sezione più in vista del tuo CV, quella su cui cadrà per primo l’occhio rapace del selezionatore. Non molto comune nel formato dei CV italiani, il profilo è invece estremamente utile per andare dritto al sodo e rendere appetibile il tuo curriculum, spingendo il lettore a proseguire.

 

E qui hai l’occasione di citare le competenze personali che ti hanno portato a risultati brillanti e a prestazioni convincenti.

 

Esempio di capacità e competenze personali nel profilo del tuo CV

 

Attento agente di customer service con 4 anni di esperienza in un'importante multinazionale, sono in contatto ogni giorno con oltre 300 clienti via telefono, chat e mail. Grazie alle mie doti comunicative, l’ascolto attivo e la mia capacità di persuasione ho risolto il 75% dei casi di lamentela senza escalation e raggiunto le una valutazione cliente di 9,3/10 da sondaggi. Offro le mie competenze a CustomerTop S.R.L.

 

Capacità e competenze personali nell’attività lavorativa sul tuo CV

 

Altro punto cruciale del tuo curriculum è sicuramente quello delle esperienze professionali, vero pilastro portante della tua candidatura.

 

E se è vero il sillogismo che a maggiore esperienza sul campo corrisponde un crescente interesse da parte dei selezionatori, tieni però presente che tutto ciò che non sei in grado di raccontare sul CV per download non esiste.

 

Per questo è fondamentale in questa sezione non perdersi dietro a un noioso elenco di mansioni, concentrandosi invece sulle competenze acquisite e sui risultati concreti (non lesinare su numeri e percentuali) ottenuti grazie alle tue abilità.

 

Ecco come:

 

Esempio di capacità e competenze personali nell’esperienza lavorativa del curriculum

 

Informatore scientifico

PharmaMega S.p.A., Milano

Gennaio 2015-oggi

  • Divulgazione delle specialità farmaceutiche a oltre 500 medici di base e specialisti, tra cui pediatri e psicologi.
  • Aumento medio delle vendite dei farmaci antiallergici del 18% grazie alle mie doti di persuasione.
  • Vendite mirate di farmaci generici a 8 strutture private della Lombardia, grazie a solide strategie di orientamento al cliente.

 

Capacità e competenze personali nella sezione educazione del tuo curriculum

 

Se non hai molta esperienza lavorativa, questo non significa che tu sia tagliato fuori dai giochi! Anche la sezione dell’educazione sul tuo CV gratis può infatti raccontare molto su di te.

 

Le tue esperienze scolastiche, la tua dedizione agli studi e la tua abilità di completare il percorso di istruzione nei tempi corretti dicono infatti molto più di quanto immagini.

 

Esempio di capacità e competenze personali nella sezione educazione del tuo CV

 

Laurea triennale in Scienze Politiche

Università degli Studi di Pavia

2018-2021

Valutazione finale: 108/110

  • Rappresentante della facoltà di Scienze Politiche dal 2019 al 2021, portando all’attenzione del rettore un progetto per la ristrutturazione dell’aula studio e la digitalizzazione della biblioteca di facoltà.
  • Capitano della squadra di pallacanestro dell’Ateneo.

 

Non è necessario stipare questa sezione di parole chiave: in questo caso è ben più utile lasciar trasparire come sei riuscito a mettere in gioco le tue qualità personali per il successo scolastico e per i progetti extra scolastici.

 

Capacità e competenze personali nella sezione competenze del curriculum vitae

 

Finalmente ci siamo!

 

Ecco dove scrivere nero su bianco tutte le tue abilità! Ma prima di stilare questa sezione occorre qualche accortezza:

 

  • Non ricreare infinite sottosezioni in stile curriculum europeo: portano via un sacco di spazio prezioso e risultano estremamente dispersive.
  • Scrivi invece un elenco equilibrato di hard e soft skills, tarate in base all’offerta di lavoro per cui ti candidi.
  • (opzionale, ma di grande impatto) accanto a ciascuna competenza, scrivi una breve descrizione che confermi in che modo hai fatto tesoro della tua abilità oppure datti un’autovalutazione.

 

Fatte queste premesse, ricorda sempre che questa sezione deve essere la vetrina delle tue maggiori abilità, ma al tempo stesso andare incontro alle necessità dell’azienda. E che deve essere un mix di skill personali, fuse con competenze informatiche e competenze digitali per CV.

 

Pertanto, prima di lanciarti nella scrittura, dai sempre un’occhiata alle specifiche richieste dell’offerta di lavoro.

 

Ecco un esempio:

 

Esempio di capacità e competenze personali nella sezione competenze del CV

 

  • Leadership, con la gestione e la supervisione di 2 team internazionali composti da 5 membri ciascuno.
  • Adattabilità, con la transizione di 4 progetti dopo l’acquisizione della mia azienda, accettati al 100% dal nuovo board.
  • Gestione del feedback, con il miglioramento delle prestazioni lavorative del mio team del 21% e la riduzione generale dello scontento.
  • Capacità comunicative, tenendo conferenze e seminari mensili a una platea di oltre 450 persone.
  • Puntualità, con il totale rispetto delle scadenze.
  • Gestione delle priorità, conciliando le esigenze dei singoli e del team con quelle dell’azienda.

 

Capacità e competenze sociali nella sezione extra del tuo curriculum

 

Ultima ma non ultima, la sezione extra del tuo curriculum.

 

Anche se c’è da dire che il nome non le rende troppo giustizia, dato che non si tratta di una sezione opzionale. Qui dovrai andare invece a inserire tutte quegli elementi che possono dare una spinta alla tua candidatura e differenziarti dagli altri candidati, ma che mal si prestano per le sezioni precedenti.

 

Si parla di:

 

  • Lingue straniere
  • Certificazioni
  • Corsi di specializzazione
  • Conferenze e seminari
  • Pubblicazioni
  • Premi e riconoscimenti

 

Inoltre, ma solo se riesci a ritagliare un po’ di spazio, puoi anche inserire hobby e volontariato.

 

Pensaci bene però: l’intento è lasciar trasparire tratti della tua personalità per raccontare ai selezionatori quanto tu sia in grado di collaborare con gli altri e perseguire un obiettivo, e non far sapere all’HR che hai letto “Mangia, prega, ama”.

 

Ancora una volta, ecco un esempio per mettere in pratica quanto sopra:

 

Esempio di competenze personali nella sezione extra del curriculum

 

Corsi e certificazioni

 

Corso di Gestione del personale (20 ore), Milano, 2021.

Certificato di Project Management, Roma, 2020.

 

Conferenze e seminari

 

Seminario “Una nuova visione aziendale”, relatore, Milano, 16 marzo 2021.

 

4. Come migliorare capacità e competenze personali

 

D’accordo, c’è chi nasce per essere leader e chi invece deve pensare ai colleghi in mutande per riuscire a parlare alla riunione delle 14.

 

Ma questo non significa che tu non possa migliorare le tue capacità e competenze personali. Ecco allora qualche dritta che potrebbe tornarti utile per migliorare diversi tratti della tua personalità e metterli al servizio della tua crescita professionale:

 

1. Ascolta attentamente

 

Non basta sentire, bisogna ascoltare. Pratica l’ascolto attivo, osservando con attenzione chi hai di fronte e cogliendo non solo le parole pronunciate, ma anche i segnali non verbali. Guarda negli occhi chi hai di fronte, non giudicare ciò che dice e accertati di aver capito bene prima di rispondere.

 

2. Sorridi e sii empatico

 

Sembra banale, ma invece un semplice sorriso può aumentare la tua produttività e quella di chi ti sta attorno. Un atteggiamento positivo è infatti alla base di una prestazione lavorativa serena e ti permette di superare anche le difficoltà più inaspettate.

 

3. Esci dalla tua zona di comfort

 

Armati di coraggio e stai pronto a partire! No, non devi diventare il novello Don Chisciotte che si lancia contro i mulini a vento! Anche un’attività semplice, come una task mai completata prima o lavorare con un collega a cui non avevi mai rivolto la parola possono dare grandi soddisfazioni e liberare il tuo potenziale.

 

4. Impara dagli altri

 

Un trucco vecchio come il mondo: guarda chi già è capace e imita tutto ciò che fa. Cerca di carpire i segreti della comunicazione da un collega più esperto o trova un vero e proprio mentore dalla forte personalità a cui affidarti. Interagire con più persone ti permette di assorbire le migliori qualità come una spugna, dunque non rinunciare mai a costruire una fitta rete di contatti.

 

5. Leggi, fai corsi, studia

 

Sì, perché nella vita non si smette mai di imparare. Leggi libri motivazionali, approfondisci la materia e frequenta corsi. Ne troverai tantissimi anche a costo zero su internet. E potrai sempre indicare le certificazioni ottenute sul tuo curriculum vitae.

 

6. Non lamentarti sempre

 

A prima vista può apparire uno sfogo alle nostre frustrazioni, semplice e immediato. Ma il lamento ti trascina in un vortice continuo fatto di… altre lamentele! Oltre a essere negativo per il tuo umore, il lamentarsi continuamente non ti permette di vedere le situazioni nella loro interezza, ancorandoti sempre e solo al tuo punto di vista.

 

CTA3

 

Punti chiave

 

Le capacità e le competenze personali rientrano nella sfera delle soft skills e racchiudono abilità comunicative, sociali e relazionali.

 

  • Questo tipo di abilità sono molto richieste dai selezionatori, che sono costantemente alla ricerca di candidati che siano in grado di rapportarsi con gli altri.
  • Le competenze personali possono essere disseminate nell’intero curriculum, non solo nella sezione dedicata.
  • È possibile migliorare costantemente le tue competenze personali grazie a attività semplici, corsi e letture mirate.

 

E con questo è tutto! Sono sicuro che ti sarà utile per la ricerca del tuo lavoro. Se hai dubbi o domande, lascia un commento qui sotto!

Valuta il mio articolo!: capacita e competenze personali
Grazie per aver votato!
Media: 5 (2 voti)
Dario Cremonesi
Dario Cremonesi
Un ex HR business partner con centinaia di talenti IT in tutta Italia che scrive consigli per curriculum e lettere di presentazione per ResumeLab Italia per condividere consigli e la passione per il recruiting.

Era interessante? Ecco articoli simili