Il Mio Account

Competenze digitali per il CV: +50 esempi per il curriculum

Sei il re di Prato Fiorito, il Picasso di Paint e aiuti sempre nonna a far partire il lettore DVD? Non sottovalutare le competenze digitali per un CV a prova di Millennium Bug!

Dario Cremonesi
Dario Cremonesi
Esperto di Carriere
Competenze digitali per il CV: +50 esempi per il curriculum

Definizione: le competenze digitali sono l’insieme di tutte le abilità finalizzate all’utilizzo del computer e delle tecnologie dell’informazione. In costante evoluzione, questo tipo di competenze tecniche fanno parte della grande famiglia delle hard skills. 

Poi certo, se il dottor Alan Turing si fosse dedicato alla pesca d’altura, non saremmo qui a parlarne. E invece durante la Seconda Guerra Mondiale ha messo a punto una delle macchine più rivoluzionarie di sempre.

 

Il computer.

 

Ma nonostante il tuo record a Pinball e gli ordini online plurimi con il solo apporto del dito indice, per aver successo nel lavoro dovrai dimostrare di saperci fare un po’ di più; devi tirare fuori le tue competenze digitali.

 

Continua a leggere e vedrai:

 

  • Cosa sono le competenze digitali.
  • Un elenco di competenze digitali da sfruttare per il tuo curriculum.
  • Come valorizzare le tue abilità al PC.

 

 

 

Esempio di competenze digitali nel CV

 

Laura Caldotto

UX/UI Designer

Via Rossello 78, 30124, Venezia (VE)

laura.caldotto@mail.com

+39 666 55 44 555

 

Creativa UX/UI Designer con 4 anni di esperienza, ho lavorato alla creazione di oltre 40 prototipi a stretto contatto con un team di oltre 20 sviluppatori. Nell’ultimo anno ho incontrato 10 clienti importanti, costruendo interfacce grafiche che hanno incrementato lo UX score del 18%. Vorrei offrire a Graphic.com le mie abilità grafiche e la mia creatività.

 

Esperienze lavorative

 

UX/UI Designer

ArefNet, Venezia

Marzo 2019-oggi

  • Realizzazione di 6 progetti prima delle deadline, con feedback positivo del 93% dei clienti.
  • Aumento dell’UX score del 18% in soli sei mesi.
  • Collaborazione con 3 team interdisciplinari composti da project manager, designer e developer.
  • Creazione e organizzazioni di oltre 120 pagine di testo, con l’aggiunta di infografiche e elementi di design.
  • Prototyping con programmi interni e in JavaScript, con l’ottimizzazione UI per 20 clienti di grandi dimensioni.

 

UX/UI Junior

Garmer.com, Venezia

Febbraio 2018-Febbraio 2019

  • Creazione di applicazione e sito web di e-commerce con oltre 25.000 visualizzazioni al mese.
  • Conduzioni di analisi, ricerche e sondaggi per il rinnovamento grafico del sito internet dell’azienda, con un aumento dell’engagement del 16%.
  • Creazione di 8 wireframe con l’ausilio di programmi grafici come PhotoshopInvision e Sketch.
  • Collaborazione diretta con un team internazionale composto da 8 persone per la produzione di nuovi contenuti grafici.

 

Educazione

 

Laurea magistrale in User Experience Design

NABA, Milano

2016-2018

Valutazione finale: 110/110

 

Laurea triennale in Marketing

Università di Venezia

2013-2016

Valutazione finale: 108/110

 

Competenze

 

  • XML
  • HTML
  • JavaScript
  • Adobe Creative Suite
  • Photoshop
  • Invision
  • Sketch
  • Creatività

 

Certificazioni

 

  • Corso di User Experience (40 ore), Venezia, 2020.
  • Corso di Graphic Design Creativo (100 ore), Milano, 2021.

 

Lingue

 

  • Italiano madrelingua
  • Inglese C1

 

1. Cosa sono le competenze digitali?

 

Le competenze digitali sono tutte quelle abilità che riguardano l’utilizzo del computer e la tecnologia associata ad esso. Questo tipo di competenze non hanno solo finalità lavorative, ma comprendono anche l’ambito della comunicazione e il tempo libero.

 

Secondo la raccomandazione del parlamento Europeo e del Consiglio del 18 dicembre 2006, un internauta dovrebbe accendere il computer per reperire, valutare, conservare, presentare, scambiare informazioni, comunicare e partecipare a reti collaborative via internet.

 

E se è vero che anche l’Italia dal 2016 ha fatto un balzo in avanti nominando un team per la Trasformazione digitale all’interno del Ministero per l’innovazione tecnologica e la transizione digitale, il nostro paese rimane purtroppo il fanalino di coda europeo.

 

Da un recente sondaggio ISTAT infatti, il 25,5% degli intervistati ha dichiarato che internet “non è uno strumento utile, né interessante”.

 

2. Valorizza le competenze digitali a seconda della tua professione

 

Anche se gli italiani di dimostrano restii a una transizione tecnologica forte, secondo il rapporto EY del febbraio 2021, Il futuro delle competenze in Italia, da qui al 2030 il digitale occuperà un sempre più ampio spazio nell’impresa italiana.

 

Quando si parla di competenze digitali, è prima di tutto necessario fare una distinzione tra i diversi tipi di abilità:

 

  • Hard skills digitali, basate sulle competenze tecniche, sull’utilizzo di software specifici o sulla programmazione.
  • Soft skills digitali, non tanto relative alla professione in sé, ma propedeutiche allo sviluppo lavorativo grazie ai sistemi informatici a disposizione.

 

Dal mandare una mail e salvare un file a programmare in C++, sono tante le sfumature che queste competenze possono assumere sul tuo CV.

 

Andiamo a vedere quelle più significative:

 

1. Office Suite e produttività

 

Parlando di lavori d’ufficio, utilizzare questi programmi è da considerarsi un prerequisito essenziale per aumentare la produttività e per semplificare le attività quotidiane.

 

Ecco le più comuni:

 

  • Microsoft Office, di cui fanno parte Excel, Word, PowerPoint, Outlook e SharePoint.
  • Google G Suite, con Gmail e Hangout.
  • Cloud per l’immagazzinamento dei dati, come OneDrive, DropBox, GDrive.
  • App per meeting e conferenze online, come Zoom e Teams.
  • Messaggistica istantanea, per esempio Slack.
  • Calendari e promemoria, come Google Calendar.

 

2. SEO e digital marketing

 

Sempre più aziende costruiscono la propria reputazione online grazie alle tecniche di ottimizzazione per i motori di ricerca, per assicurarsi che il proprio brand ottenga una posizione di ampia visibilità. Tra le competenze digitali in questo campo ci sono:

 

  • Sviluppo e progettazione di pagine web
  • SEM (Search Engine Marketing)
  • Google Ads
  • Google Search Console
  • SEMRush
  • Ahrefs
  • WordPress
  • Joomla
  • Facebook Business Suite
  • Majestic SEO

 

3. Finanza e contabilità

 

Anche se esistono svariati software informatici ed è impossibile elencarli tutti, chi lavora nel ramo di finanza e contabilità, che si trovi in una azienda a conduzione familiare o in una grande multinazionale, deve avere dimestichezza con reportistica e fogli di calcolo, confermando queste competenze:

 

  • Utilizzo della PEC
  • Formule matematiche complesse in Excel
  • Software di contabilità
  • Utilizzo dello SPID
  • Applicativi di calcolo
  • Gestione dati

 

4. Programmazione

 

Quando si parla di competenze digitali, a chi non viene in mente l’hacker smanettone che collabora con l’FBI dopo essere stato beccato a intrufolarsi nei server del Pentagono? Senza rischiare la prigione federale, un programmatore informatico esperto deve essere in grado di utilizzare:

 

  • Java
  • C++
  • Phyton
  • Perl
  • Ruby
  • SQL
  • HTML
  • R Studio

 

5. Database

 

Analizzare un’enorme mole di dati per costruire modelli ricorrenti, riorganizzare il business, ridurre i costi e ottimizzare le prestazioni di un’azienda. E tutti questi benefici sono la ragione per cui sempre più aziende si affidano ai Big Data, con un mercato che in Italia ha superato l’1,4 miliardi di euro. Ecco le competenze utili per sfondare in questo settore:

 

  • Analisi dei dati
  • Excel
  • Google Sheets
  • Power BI
  • Conoscenza dei CRM
  • Business intelligence
  • MySQL
  • Data integrity

 

6. Audio e video editing

 

Quello che per alcuni può apparire come un’attività ludica, per altri invece è un vero e proprio mestiere, che richiede ben più di qualche filtro di Tik Tok. La realtà è che infografiche, audio e video hanno invece un fortissimo impatto sul business: secondo i dati di Cisco, un video nelle landing page di un qualunque sito può aumentare la conversion rate fino all’80%. Ecco allora che cosa dovresti padroneggiare:

 

  • Adobe Illustrator
  • Photoshop
  • Final Cut Pro
  • Edius
  • Autodesk
  • Canva
  • GIMP
  • Reflex digitali
  • Ecoding
  • Post produzione

 

7. Cybersecurity

 

Il web è sicuramente una miniera d’oro per reperire informazioni, scaricare valanghe di dati e incontrare migliaia di internauti stando comodamente seduto alla scrivania, ma non è proprio esente da rischi. Per questo negli ultimi anni la sicurezza informatica ha acquisito sempre maggiore rilievo e spesso le aziende faticano a trovare dipendenti che posseggano queste qualifiche:

 

  • Data mining
  • Strumenti di information gathering
  • Subdomain enumeration
  • Google Dork
  • Utilizzo di Shodan
  • Penetration testing
  • Utilizzo Nmap e Wireshark
  • Malware analysis

 

8. Blockchain

 

Se già oggi puoi pagare al supermercato con uno smartphone e la tua impronta digitale, pensa in futuro che cosa si potrebbe fare grazie alle criptovalute. Seppure l’argomento è ancora controverso, monete digitali come i Bitcoin sono già una realtà e richiedono professionisti del settore sempre più specializzati in:

 

  • Solidity
  • Hyperledger Composer
  • Conoscenza piattaforma Ethereum
  • Bitcoin Engineering
  • Crittografia
  • Sistemi distribuiti

 

9. Social Media

 

No, non si diventa online community manager solo postando foto dei gattini e buongiornissimo kaffè su Facebook. Da piattaforme da sfogliare nel tempo libero, in pochi anni i social sono diventato un inesauribile bacino di utenti per aziende, istituzioni e partiti politici, con il fine di contendersi mercati ed estendere la propria visibilità. Il tutto grazie a queste competenze:

 

  • Campagne digitali
  • Creazione di contenuti
  • Utilizzo di Content Management System (CMS)
  • Web design
  • Comunicazione con gli stakeholder
  • Brand Awareness
  • Gestione della community
  • Moderazione delle pagine

 

 

 

3. Inserire le competenze digitali nel CV

 

Ecco fatto: ora non resta che andare a inserire tutte queste tue competenze nel tuo CV.

Ma c’è un “ma”: hai ancora un curriculum analogico o ti sei finalmente deciso a passare a qualcosa di un po’ più innovativo?

 

Sì, perché è ora di mettere in naftalina quelle sezioni a compartimenti stagni del curriculum europass e fare l’upgrade per un curriculum 2.0: non è necessario che aspetti la sezione dedicata, ma puoi disseminare le tue competenze in lungo e in largo per il CV!

Così.

 

1. Descrivi le tue competenze digitali nel profilo del tuo CV

 

Posto bene in vista nella parte alta del tuo CV, il profilo è la prima sezione che i selezionatori leggeranno ed è quindi un’ottima occasione per infilare una bella lista di zeri e di uno per spostare il sistema binario dei recruiter da “risparmio energetico” a “100% di CPU”.

 

Esempio di competenze digitali nel profilo del tuo CV

 

CORRETTO
Data Analyst con eccellenti competenze organizzative e gestionali, negli ultimi 4 anni mi sono occupato nello sviluppo di database per l’analisi di grandi quantità di dati. Esperto di manipolazione di dati con SQL, i miei report hanno portato a un incremento del 26% dell’efficienza delle scelte decisionali dell’azienda, con un risparmio annuo di oltre 220.000 euro e l’apertura di 7 nuovi progetti sul mercato italiano.

2. Inserisci le competenze digitali all’interno dell’esperienza lavorativa

 

L’esperienza lavorativa è un’altra sezione di estrema importanza del tuo CV, quella a cui i selezionatori danno più peso per decidere se affidarti un incarico lavorativo. In questa sezione non ti devi limitare a uno scialbo elenco di mansioni, ma hai l’occasione di raccontare quali risultati hai ottenuto grazie proprio alle tue competenze digitali.

 

Per farlo ricorda sempre di:

 

  • Utilizzare gli elenchi puntati invece del testo libero.
  • Offrire risultati concreti, basati su percentuali e numeri reali.
  • Focalizzarti sui risultati più che sulle mansioni quotidiane.

 

Ecco la demoware di questa sezione:

 

Esempio di competenze digitali nell’esperienza lavorativa del curriculum

CORRETTO

Responsabile cybersecurity

NanoTech S.R.L.

Marzo 2016-oggi

  • Sviluppo di routine di sicurezza 24/7 per contenere i possibili attacchi alla rete aziendale.
  • Architettura, pianificazione e installazione di una rete di sicurezza per clienti di media grandezza dal valore di 2 milioni di euro.
  • Gestione di uno staff di 12 architetti, ingegneri e programmatori.
  • Analisi di dati e valutazione del rischio con la riduzione del 20% delle potenziali brecce del sistema.
  • Redazione di 4 manuali di installazione e gestione dei sistemi di sicurezza installati dai clienti.
  • Troubleshooting e manutenzione dei server con attività mensili di backup.

3. Cita le competenze digitali nella sezione dedicata all’educazione

 

Se ancora non hai tanta esperienza, anche la sezione educazione può rivelarsi molto utile per lasciare trasparire le tue qualità, mentre se sei già ben inserito nel mondo del lavoro sarà sufficiente la versione zippata.

 

Dai un’occhiata a esempio.exe:

 

Esempio di competenze digitali per la scuola

CORRETTO

Diploma di perito informatico

Istituto tecnico statale Meucci, Livorno

2016-2021

Valutazione finale: 96/100

  • Vincitore della borsa di studio Babbage con lo sviluppo di un sistema di pilotaggio con Arduino.
  • Corso di eccellenza in sistemi e programmazione.

4. Dedica una sezione alle tue competenze digitali

 

La scheda madre delle competenze digitali.

 

Vedila così: l’azienda in questo momento è alla ricerca di una persona in grado di fissare un bug (il posto vacante) e quindi devi fare in modo di offrire la patch perfetta.

 

E questa nuova release non è una lista di 1024 skills, ma semplicemente il compendio delle tue migliori competenze necessarie in quel momento all’azienda.

 

Prima di buttar giù questa sezione, ricordati di:

 

  • Andare a leggere l’offerta di lavoro e individuare le competenze richieste, facendo leva sui tuoi punti di forza.
  • Personalizzare il CV a seconda di una specifica offerta di lavoro.
  • Aggiungere un’autovalutazione o una descrizione che consentano di verificare quanto affermi.

 

Come di seguito:

 

Esempio di competenze digitali nella sezione delle competenze del tuo CV

CORRETTO
  • Microsoft Excel, con l’utilizzo di formule finanziare e costruzione di grafici e tabelle pivot.
  • Utilizzo del software Team System, con l’abbattimento dei tempi di consegna del 90%.
  • Analisi dei dati, che semplifica i processi decisionali e il problem solving.

Suggerimento bonus: non confondere questa sezione per un elenco di software utilizzati e hard skills; secondo l’ultimo report di Burning Glass, i selezionatori sono infatti sempre alla ricerca di dipendenti che posseggano anche spiccate competenze trasversali per relazionarsi positivamente con superiori, colleghi e clienti.

5. Aggiungi le tue competenze digitali alla sezione extra del CV

 

Prima di inviare il tuo CV in lungo e in largo per il cyberspazio, non ti rimane che compilare un’ultima sezione, la sezione extra del tuo curriculum.

 

E più che di extra, si potrebbe in questo caso parlare di espansione, dato che ti dà l’occasione di includere il tema delle competenze digitali grazie a:

 

  • Lingue straniere
  • Corsi di specializzazione
  • Premi ricevuti

 

Non serve essere troppo prolissi, ma cerca sempre di inserire tutte le informazioni fondamentali per permettere a chi legge di capire immediatamente di che cosa si tratta:

 

Esempio di competenze digitali nella sezione extra del curriculum

CORRETTO

Corsi

  • Corso ECDL avanzato (40 ore), Roma, 2020.
  • Corso di Graphic Design in CAD (150 ore), Milano, 2021.

Lingue

  • Inglese livello B2

Suggerimento bonus: se hai dubbi riguardo alle tue effettive capacità e competenze con il computer, puoi aiutarti con la scheda per l’autovalutazione delle competenze digitali proposta dall’Unione Europea.

 

Punti chiave

 

Le competenze digitali sono legate alla conoscenza e all’utilizzo del computer e delle tecnologie e sono estremamente richieste dalle aziende, dato che sono alla base di moltissime professioni del futuro.

 

Per valorizzarle al meglio non limitarti a una lista di competenze, ma lascia trasparire le tue abilità nelle diverse sezioni del tuo CV.

 

  • Le competenze digitali possono essere sia hard che soft skills.
  • Scegli le competenze da inserire sul tuo curriculum in base alle necessità della tua futura azienda.

 

E con questo è tutto! Sono sicuro che ti sarà utile per la ricerca del tuo lavoro. Se hai dubbi o domande, lascia un commento qui sotto!

Valuta il mio articolo!: digitali competenze
Grazie per aver votato!
Media: 5 (4 voti)
Dario Cremonesi
Dario Cremonesi
Un ex HR business partner con centinaia di talenti IT in tutta Italia che scrive consigli per curriculum e lettere di presentazione per ResumeLab Italia per condividere consigli e la passione per il recruiting.

Era interessante? Ecco articoli simili

Crea il curriculum con Canva: i template per il tuo CV

Crea il curriculum con Canva: i template per il tuo CV

Per realizzare un curriculum con canva occorre effettuare una serie di passaggi. Se seguiti alla perfezione, otterrai un curriculum che non ha niente da invidiare ad altri modelli.

Mara Esposito
Mara Esposito
Esperta di Carriere