Il Mio Account

Come scrivere una lettera motivazionale: esempio e modelli

Hai trovato il lavoro dei sogni ma l’azienda richiede di inviare una lettera motivazionale? Niente panico! Ecco i trucchi per una candidatura efficace in quattro e quatr’otto!

Dario Cremonesi
Dario Cremonesi
Esperto di Carriere
Come scrivere una lettera motivazionale: esempio e modelli

Definizione: Una lettera motivazionale è un documento da allegare al curriculum che ti permette di raccontare di te e delle tue esperienze in modo più discorsivo. Una lettera di motivazione ben scritta è in grado di catturare l’attenzione dei selezionatori e aumenta le tue opportunità di ottenere un colloquio.

Dopo giorni a tener d’occhio le offerte di lavoro online, iscrizione a decine di siti di annunci e alert attivati su Linkedin, finalmente hai trovato l’offerta di lavoro che sembra scritta apposta per te.

 

Piccolo dettaglio: insieme al curriculum richiedono una fantomatica lettera motivazionale!

 

E ora che si fa? Tocca iscriversi un corso di scrittura creativa?

 

Ma no, sarà mooooolto più semplice andare a leggere le prossime righe!

 

In questa guida vedrai come:

 

  • Scrivere una lettera motivazionale.
  • Renderti irresistibile agli occhi dei selezionatori.
  • Ottenere più colloqui di lavoro grazie alla tua lettera motivazionale.

 

Ecco a te una serie di guide per lettere di presentazione da implementare a questa:

Per iniziare, perché non dai subito un’occhiata a questi due esempi e modelli di lettera motivazionale?

 

1. Esempi di lettera motivazionale

 

Una lettera motivazionale scritta come si deve può tornarti davvero utile per ogni candidatura sul mondo del lavoro! Per questo abbiamo chiesto a Maura, esperta lavoratrice del mondo della ristorazione, di condividere la sua!

 

Esempio di lettera motivazionale con esperienza

 

Maura Latini

Food Team Manager

Via Gargallo 56, 30121, Venezia (VE)

maura.latini@mai.com

+39 333 22 44 555

linkedin/in/maura-latini

 

Maria Malvetti

Responsabile risorse umane Hotel Gondola****

Piazza Verdi 1

30121, Venezia (VE)

 

Venezia, 6 luglio 2021

 

Oggetto: Lettera motivazionale per offerta di lavoro Food Team Manager

 

Alla cortese attenzione di Maria Calvetti,

 

Con grande entusiasmo apprendo che siete alla ricerca di un Food Team Manager. Ho già avuto modo di conoscere la vostra incantevole struttura che si affaccia sul Canal Grande e sono rimasto estremamente colpita dalla qualità del servizio ai clienti. Con i miei 8 anni di esperienza in Ristorazione e Hospitality sono sicura di poter ricoprire la posizione al meglio, mantenendo gli elevati standard della vostra struttura ricettiva.

 

Dalla vostra offerta vedo che siete alla ricerca di una figura completa, che si occupi della gestione dei clienti ma anche della conduzione e della pianificazione del servizio. A questo proposito, nella mia carriera ho avuto modo di:

 

  • Gestire un team internazionale composto da oltre 20 professionisti del settore.
  • Incrementare il numero delle recensioni positive del 25% in hotel a 4 e 5 stelle.
  • Ridurre gli sprechi ottimizzando gli ordini in base alle richieste settimanali, con un risparmio netto di oltre 15.000 euro al bimestre.
  • Organizzazione di oltre 20 cerimonie e banchetti di vario genere indoor e outdoor con oltre 200 invitati.

 

Il duro lavoro, la mia passione e la mia determinazione mi hanno permesso in poco tempo di acquisire elevate competenze, trasmettendo sempre energia positiva a tutti i miei collaboratori e mettendomi in ogni momento a completa disposizione del cliente. Sono fermamente convinta che al centro del nostro lavoro ci sia sempre una customer experience insuperabile e faccio di tutto perché ciò avvenga quotidianamente.

 

Sicura di poter dare il mio apporto a un prodotto di eccellenza con l’Hotel Gondola, rimango a disposizione per un incontro dal vivo per condividere le mie idee e i miei progetti per offrire al cliente un servizio inappuntabile.

 

Cordiali saluti,

 

Maura Latini

 

Niente male eh? Come dici? Tu non hai tutta questa esperienza e stai ancora cercando di farti strada nel mondo del lavoro? Ma non c’è nessun problema!

 

Dai un’occhiata alla lettera motivazionale di Michele, che ha invece appena concluso gli studi!

 

Esempio di lettera di motivazione senza esperienza

 

Marco Faletto

Via Faffo 12, 42121, Reggio Emilia (RE)

marco.faletto@mail.com

+39 333 22 11 222

 

Dottor Giorgio Hotzer

Amministratore delegato

Tecnotop S.R.L.

Via Foscolo 89

42121, Reggio Emilia (RE)

 

Reggio Emilia, 19 ottobre 2021

 

Oggetto: Lettera di motivazione per candidatura a Ingegnere per le telecomunicazioni Junior

 

Alla cortese attenzione del dottor Hotzer,

 

Mi chiamo Marco Faletto, neolaureato in Ingegneria delle telecomunicazioni con una valutazione finale di 108/110, discutendo la tesi “Analisi di prestazioni di reti di sensori con comunicazioni a passi multipli”.

 

Grazie a questo progetto durato quasi un anno mi sono specializzato in reti wireless e networking, mettendo in pratica quanto appreso durante il corso degli studi in uno stage di 6 mesi per una importante multinazionale hi-tech. Dopo questa mia prima esperienza sul campo, sono in grado di:

 

  • Gestire l’architettura e il sistema di infrastrutture di una rete Telco.
  • Sviluppare soluzioni Android e lavorare in linguaggio macchina e C++.
  • Progettare sistemi in ponte radio.
  • Utilizzare programmi CAD di disegno.

 

Appassionato da sempre di elettronica, robotica e telecomunicazioni, sono una persona energica e creativa, sempre desiderosa di acquisire nuove conoscenze e capire il funzionamento delle strutture più complesse.

 

A completamento della mia preparazione, sono in grado di comunicare in un inglese fluente a livello C1, con la possibilità di lavorare anche in un team internazionale.

 

Vi ringrazio in anticipo per il tempo che mi avete dedicato e rimango a disposizione per ogni eventuale approfondimento.

 

Un cordiale saluto,

 

Marco Faletto

 

Come vedi, avere poca esperienza sul campo non preclude le tue possibilità di trovare lavoro. Il segreto è di valorizzare le tue esperienze e renderle irresistibili agli occhi dei selezionatori.

 

Come?

 

Andiamo a vedere.

 

2. Come scrivere una lettera motivazionale

 

Una lettera motivazionale non è solo un esercizio di stile, ma serve a trasmettere la tua professionalità e a lasciare un impatto positivo sui tuoi selezionatori! Per questo è fondamentale scrivere la lettera di presentazione nella maniera corretta.

 

1. Formatta la lettera motivazionale nella maniera corretta

 

Certo, il contenuto è essenziale, ma nessuno perderebbe il sonno per una lettera motivazionale scritta alla rinfusa e piena di errori di ortografia.

 

Per questo è davvero essenziale partire fin dalla prima riga con il piede giusto, con una lettera graffiante capace di lasciare il segno!

 

Una lettera motivazionale che si rispetti è composta da 5 sezioni, esattamente come il testo della mail per invio del CV e della candidatura:

 

  • Intestazione
  • Apertura
  • Paragrafo centrale
  • Chiusura
  • Commiato

 

Con qualche regola chiave per evitare che i selezionatori lancino lo schermo del pc fuori dalla finestra:

 

  • Prediligi un carattere ben leggibile, come Arial o Verdana 11 o 12 punti, così da non affaticare la vista del povero selezionatore.
  • Allinea il testo a sinistra.
  • Imposta i margini a 2,5 cm per lato e l’interlinea a 1,15.
  • Dividi il testo in paragrafi e lascia uno spazio bianco tra una sezione e l’altra.
  • Non superare i tre quarti di pagina.

 

La parola d’ordine è leggibilità: i selezionatori non sono molto pazienti e non si sforzeranno più di tanto a venire incontro a un candidato confusionario e superficiale che ha strutturato nello stesso modo del formato del curriculum

Suggerimento bonus: una volta completata la stesura della tua lettera motivazionale salva il tutto in PDF così da mantenere invariata la formattazione e rinomina il file in maniera professionale, come lettera_motivazionale_nome_cognome

2. Aggiungi l’intestazione alla tua lettera motivazionale

 

Sì, lo so che ti piacerebbe una lettera motivazionale che vada bene per qualsiasi candidatura, ma è il momento di svelare la dura realtà: una lettera di motivazione generica è più noiosa di una maratona di cortometraggi russi con sottotitoli in bulgaro.

 

E i selezionatori la accantonano in un lampo. Sì, perché nessuno ha voglia di sentire le solite ovvietà.

 

Questo vale a partire dall’intestazione.

 

Il consiglio è allora di indirizzare la tua lettera motivazionale a una persona specifica dell’azienda. Secondo alcuni studi infatti, il cervello si attiva quando sente il proprio nome (e a tutti piace sentirsi importanti, oltre a dimostrare che hai fatto i compiti a casa).

 

Dai un’occhiata a questo modello di lettera motivazionale:

 

Modello per l’intestazione della lettera motivazionale

 

[Il tuo nome e cognome]

[Titolo] (opzionale)

[Numero di telefono]

[Indirizzo email]

[Profilo Linkedin]

 

[Nome del manager o dell’HR]

[Ruolo ricoperto in azienda]

[Nome dell’azienda]

[Indirizzo]

 

Appena più in basso, inserisci un oggetto che faccia capire al volo che si tratta di una lettera motivazionale e per quale posizione lavorativa ti stai candidando.

Suggerimento bonus: per trovare il nome dei responsabili delle selezioni del personale fai un giro sul sito della tua futura azienda e cercane l’organigramma o dai un’occhiata ai social che parlano di lavoro. In questo senso LinkedIn è una vera miniera d’oro.

 

3. Racconta di te nella lettera motivazionale

 

Quanti video noiosi hai aperto sui social media e chiuso senza neanche il tempo di caricare completamente? Ecco. Immagina che i selezionatori abbiano a disposizione una grande bacheca da sfogliare: se la tua lettera motivazionale non attira l’attenzione fin dalle prime battute, scroll verso il basso e via con il prossimo candidato.

 

Giù dal palco di X-Factor, via il grembiule di Masterchef.

 

E tu non te lo puoi permettere. Costruisci un’apertura accattivante, raccontando chi sei e per quale motivo ti stai candidando per il posto di lavoro, e quali sono le tue principali capacità e competenze professionali come puoi vedere nell’esempio di lettera motivazionale qui sotto:

 

Modello di apertura di lettera motivazionale

 

Egregio/gentile [nome del recruiter],

 

Quando ho trovato la vostra offerta di lavoro come [titolo professionale dell’offerta di lavoro] ero entusiasta. Come [titolo professionale tuo] con [anni di esperienza], estremamente competenze in [le tue competenze professionali], sono sicuro di poter dare un apporto tangibile alla vostra azienda. 

Suggerimento bonus: per dimostrare che non hai fatto un copia e incolla, cita sempre il nome del selezionatore sin dalle prime righe della tua candidatura e mostra fin da subito di conoscere l’azienda per cui ti candidi.

4. Metti in mostra le tue capacità nella tua lettera motivazionale

 

Perché un’azienda dovrebbe assumere proprio te e non qualcun altro? 

 

La risposta è ovvia: perché sai fare più cose e hai ottenuto risultati migliori rispetto agli altri candidati.

 

Il modo migliore per approcciare questa sezione allora è di raccontare qualche esperienza significativa, lasciando trasparire le tue hard e soft skills (il mix di competenze informatiche e skill comunicative per il CV).

 

Ecco un paio di dritte:

 

  • Metti in luce le tue competenze: racconta ciò che sai fare, i software che utilizzi, le abilità tecniche e gli strumenti utilizzati, ma non disdegnare neppure la capacità di relazionarti con gli altri e di lavorare in gruppo.
  • Prendi i selezionatori per la gola: le competenze devono soddisfare i bisogni dell’azienda. Se ti candidi per il settore siderurgico, la tua ricetta segreta del coniglio in salmì non va certo nella top ten. Se sei un cuoco però sarà la tua competenza professionale da dimostrare!
  • Offri risultati concreti! I selezionatori non si berranno qualunque cosa tu gli dirai, ma esigono dei risultati verificabili per farsi un’idea del tuo potenziale.

 

Come nell’esempio di lettera motivazionale di seguito:

 

Modello di corpo della lettera motivazionale

 

Vedo dalla vostra offerta di lavoro che siete alla ricerca di un [titolo professionale] che sia in grado di [competenze richieste]. Nella mia attuale posizione lavorativa, mi sono occupato di [responsabilità, progetti significativi], raggiungendo solidi risultati [cita i risultati più significativi, corredati da numeri e percentuali]. Sono sicuro che la mia esperienza possa essere un valore aggiunto per la vostra compagnia.

 

5. Spiega perché dovresti essere assunto nella tua lettera motivazionale

 

Bene, fino a qui ti sei concentrato su di te, ma ora è arrivato il momento di parlare di loro.

 

No, non è che devi spergiurare di aver sempre e solo comprato i loro prodotti, ma sarà necessario far capire alla tua futura azienda che sei davvero motivato e lasciar trasparire il tuo entusiasmo e la tua professionalità.

 

Punta forte su competenze chiave europee, valori aziendali condivisi, idee e progetti che potresti introdurre nel caso venissi assunto.

 

Ovviamente tutto questo è possibile se conosci bene l’azienda che hai di fronte e la sua mission e vision (e ora capisci perché una lettera motivazionale copia e incolla non ti porta molto lontano).

 

Ecco qui un modello di lettera motivazionale da cui tratte spunto:

 

Modello di chiusura della lettera motivazionale

 

Ammiro molto il modello aziendale di [nome dell’azienda] e la vostra attenzione per [progetti o valori dell’azienda che ammiri particolarmente], che rispecchiano ampiamente il mio pensiero. Per questo, sarei più che onorato di entrare a far parte della vostra squadra e di mettere le mie competenze di [competenze professionali] al servizio di [progetto dell’azienda]. 

 

6. Concludi la tua lettera motivazionale in maniera brillante

 

Se hai fatto tutto bene, il selezionatore avrà già messo di lato una bella pila consistente di curriculum e preso in mano il tuo, ma potrebbe essere ancora un po’ indeciso se alzare o meno la cornetta.

 

È arrivato il momento di dimostrare la tua intraprendenza con la zampata finale: un call to action, che in italiano chiameremmo un “invito all’azione”: non aspettare che sia il recruiter a fare la prima mossa, sii tu il primo a chiedere un colloquio!

 

Naturalmente non potrai essere troppo diretto e inserire data, orario e il tuo bar preferito, ma potrai comunque procedere con una proposta “leggermente velata”:

 

Esempio di call to action per la tua lettera motivazionale per il lavoro

 

Sarei davvero desideroso di incontrarla dal vivo per condividere con lei le mie idee e i miei progetti per ricoprire adeguatamente la posizione vacante e contribuire ai vostri elevati standard aziendali.

 

[Nome e cognome]

[Numero di telefono]

[Email]

 

Come puoi notare, anche in questo caso le forme di cortesia fanno da padrone: è sempre fondamentale utilizzare coerentemente “il lei”. Al limite, se ti riferisci all’intera azienda, puoi “dare del voi”.

 

Neanche a dirlo, al bando pacche sulle spalle, “tu”, “ciao alla prossima” e “bacioni” e rimani sui classici “cordiali saluti” o “distinti saluti”.

 

Come ultimo punto, ricordati di includere ancora una volta il tuo nome e cognome per intero (non è necessaria una firma a penna) prima di inviare. 

Suggerimento bonus: rileggi attentamente la tua lettera motivazionale in cerca di errori. Se non ti fidi delle tue abilità di correttore di bozze, falla leggere a qualcuno di cui ti fidi. I selezionatori considerano i refusi come un sintomo di disinteresse e superficialità. 

 

Punti salienti

 

Una lettera di motivazione è un documento prezioso per la tua candidatura, dato che ti consente di spaziare maggiormente e parlare più apertamente di te rispetto a un curriculum.

 

Per scrivere una lettera motivazionale come si deve, dividila in 5 sezioni fondamentali:

 

  • Nell’intestazione indica sempre i tuoi dati personali e a chi è indirizzata la tua lettera. Scegli sempre una persona specifica nell’azienda.
  • In apertura, presentati in modo brillante, spiega che cosa fai e quanti anni di esperienza hai maturato sul campo.
  • Nel paragrafo centrale, metti in mostra i tuoi maggiori successi, corredati da numeri e risultati concreti.
  • In chiusura, cerca l’intesa con l’azienda e spiega quali benefici apporterebbe la tua assunzione.
  • Nel commiato, invita i selezionatori a un incontro faccia a faccia, saluta in modo formale e lascia la tua firma.

 

La tua lettera motivazionale è pronta per essere salvata e per essere utilizzata come base per la tua candidatura. Ricordati che dovrai sistemarla di volta in volta. Se hai bisogno di una mano, scrivi un commento e ti aiuteremo nella redazione della cover letter.

Valuta il mio articolo!: lettera motivazionale
Grazie per aver votato!
Media: 5 (6 voti)
Dario Cremonesi
Dario Cremonesi
Un ex HR business partner con centinaia di talenti IT in tutta Italia che scrive consigli per curriculum e lettere di presentazione per ResumeLab Italia per condividere consigli e la passione per il recruiting.

Era interessante? Ecco articoli simili